Portale di informazione turistica
Assessorato al Turismo e Promozione dell’Immagine
del Comune dell’Aquila

Seguici
Follow Us
GO UP

Intorno a Piazza Duomo

Price
Scroll down

Intorno a Piazza Duomo

per person

Intorno a Piazza Duomo si sviluppa il cuore della città con tante meraviglie da scoprire.

A partire dalla piazza con le Fontane Vecchie, la Chiesa di Santa Maria del Suffragio e la Cattedrale dei Santi Massimo e Giorgio, si diramano gli storici vicoletti storici delle botteghe, tra queste via Patini che porta a Piazza Palazzo, uno dei luoghi storici di incontro e discussione pubblica del capoluogo. La piazza presenta una forma quadrangolare ed è posta su Corso Principe Umberto, decumano dell’impianto urbanistico cittadino, a poca distanza dall’incrocio detto dei Quattro Cantoni. È caratterizzata da un leggero dislivello che termina con Palazzo Margherita, un edificio di origine quattrocentesca, che ospitava fino al 2009 la sede del Comune dell’Aquila. Oggi il Palazzo è in ristrutturazione.

A lato di Palazzo Margherita si staglia la Torre civica, su cui venne collocato nel 1374 un orologio pubblico che si riconosce essere come il terzo in Italia, dopo quelli di Firenze e Ferrara. La torre ospitava la Reatinella, storica campana cittadina, prima che questa venisse fusa per contribuire alla costruzione del Forte spagnolo, mentre fino al sisma del 2009 ha custodito la Bolla del perdono, emessa da Celestino V nel 1294.

Sul fronte opposto c’è il Palazzo del Convitto Nazionale, sede del Liceo e della Biblioteca. Al lato del Palazzo si trova una piccola fontana in ghisa che è conosciuta come Fontana dell’Angelo Muto. Al centro della piazza si trova il monumento a Gaio Sallustio Crispo con relativa statua in bronzo, opera di Cesare Zocchi. Lasciando Piazza Palazzo, scendendo per via A. Bafile si arriva nella parte posteriore di Palazzo Margherita, sul secondo ingresso si apre piazza Santa Margherita. Sulla piazza si erge la Chiesa di Santa Margherita, anche nota come Chiesa dei Gesuiti. L’area, con i prospicienti palazzo Margherita e palazzetto dei Nobili rappresentava il cuore politico e sociale della città.

La Chiesa dei Gesuiti, in corso di restauro, ha la facciata a grezzo e con la sola parte basamentale completata, con la massiccia zoccolatura in pietra. E’ proprio questa sua caratteristica che la rende unica nel panorama dell’architettura religiosa aquilana e le dona un valore urbano. Al centro della facciata c’è il pregevole portale d’ingresso a timpano, sormontato da una grande finestra rettangolare. Sulla sinistra si alza una torre campanaria, corrispondente alla parte terminale del Palazzo, che presenta in basso un finestrone del XV-XVI secolo e in sommità una cornice trecentesca. Sulla parete laterale, a destra della facciata, è invece visibile un portale contenente alcuni frammenti dell’antico ciborio del duomo, in parte opera di Giovanni de’ Rettori. Adiacente alla Chiesa c’è Palazzo Camponeschi, sede del rettorato dell’Università dell’Aquila. L’impianto è quattrocentesco, ma le attuali forme sono il frutto di rifacimenti successivi. La facciata, le cui decorazioni sono riferibili alla seconda metà del XVIII secolo, presenta due ordini di finestre con cornici e timpani di diversa forma. Il portale lineare è inquadrato da una lesena e da un pilastro che proseguono fino all’altezza del tetto. La parte adattata a campanile della chiesa è ciò che resta dell’antico Palazzo Camponeschi, come testimonia la presenza di una finestra sul prospetto dell’attuale torre campanaria. All’interno un ampio giardino fornisce luce al palazzo, e su di esso si affacciano loggiati in parte tamponati. Di fronte si trova il Palazzo della Congregazione dei Nobili, meglio noto come Palazzetto dei Nobili e, in precedenza, come Oratorio dei Nobili. Il Palazzo è un esempio di equilibrio tra architettura civile e religiosa, coerente alle origini miste (papali e reali) della città, sorge sul luogo di una preesistente architettura rinascimentale. La facciata, in asse con l’androne di Palazzo Pica Alfieri che si trova sul lato opposto, si presenta racchiusa da pesanti lesene in pietra e suddivisa sui due piani da una cornice marcapiano, anch’essa in pietra. Due aperture archeggiate, alternate da tre finestre ogivali, dividono lo spazio della facciata e immettono nel palazzo. Al piano superiore, in asse con i portali sottostanti, sono presenti due finestre rettangolari alternate da tre nicchie arcuate. Il tutto è coronato da un cornicione di gronda. Frontale alla facciata, su un piedistallo, è la statua di Carlo II d’Asburgo da ragazzo, opera di Marcantonio Canini del 1675. Il Palazzetto dei Nobili è sede di svariate attività rivolte alla cittadinanza: mostre, cinema, convegni e incontri. Al centro della piazza la Fontana monumentale dell’Ottocento. Scendendo in direzione di via Roma, si passa attraverso l’alacre lavoro dei cantieri per riportare all’originario splendore i tanti palazzi nobiliari prese nei nella zona, tra questi Palazzo Carli sede del Rettorato nel 2009 e oggi in attesa di ristrutturazione. Via Roma porta alla storica Chiesa di San Pietro a Coppito, recentemente restaurata. Di fronte alla Chiesa, prendendo via San Domenico si arriva alla Chiesa di San Domenico, la cui facciata si erge a piazza Angioina, adiacente al complesso monumentale dell’ex Convento di San Domenico, sede oggi della Corte dei Conti della Regione Abruzzo. La chiesa fu fatta costruire nel XIV secolo adiacente l’omonimo complesso conventuale, già Palazzo Reale, donato da Carlo II d’Angiò all’ordine domenicano in adempimento di un voto fatto mentre si trovava prigioniero a Barcellona. L’interno si presenta a tre navate con transetto sporgente e cinque absidi, come nell’impianto originario di Santa Maria di Collemaggio, di cui il centrale a forma poligonale, mentre gli altri a pianta rettangolare. L’ultimo abside di sinistra, la cosiddetta Cappella del Rosario, si presentava in origine interamente coperta da affreschi di Saturnino Gatti. Il rifacimento barocco di Piazzola ha portato al rivestimento delle arcate delle navate. Nel 1902 è stata dichiarata monumento nazionale. La Chiesa è attualmente in restauro.

  • Included
    Personal Guide
    Transportation/Car
    Typical Souvenir
  • Not Included
    Accommondation
    All Museum Tickets
    Meals
1
Chiesa di Santa Maria del Suffragio
2
Cattedrale dei Santi Massimo e Giorgio
3
Palazzo Margherita
4
Torre civica
5
Palazzo del Convitto Nazionale
6
Fontana dell’Angelo Muto
7
Monumento a Gaio Sallustio Crispo
8
Chiesa di Santa Margherita
9
Palazzetto dei Nobili
10
Palazzo Camponeschi
11
Palazzo Carli
12
Chiesa di San Domenico

Tour Location

X